archive-org.com » ORG » A » ACQUADOLCE.ORG

Total: 517

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Le pressioni delle organizzazioni Italiane del Commercio Equo e Solidale aprono una breccia nel Parlamento europeo - "Acquadolce"
    dei popoli Palestina STOP TTIP Rassegna stampa Link utili Nella stessa rubrica Le università popolari del doposviluppo Agricoltura biologica l Altra economia italiana BENVENUTI NEL REGNO DELLA NESTLE Coca Cola condannata in India In una tazza di tè IO EQUO Le novità del biologico equo e solidale Le pressioni delle organizzazioni Italiane del Commercio Equo e Solidale aprono una breccia nel Parlamento europeo Poste Italiane i bond ecologici STOP ALLE

    Original URL path: http://www.acquadolce.org/spip.php?article50 (2016-02-10)
    Open archived version from archive


  • Agricoltura biologica, l'Altra economia italiana - "Acquadolce"
    tensioni interne La nostra parte di movimento ritiene che autoridursi a fornitori di pochi prodotti da regalo in botteghe specializzate sia un errore Quella italiana è una media impresa con più di cento addetti un ente economico La sfida proposta è quella di umanizzare l economia puntando al benessere collettivo anziché al profitto privato Dal Fiume rivendica una discendenza nobile da cento e più anni di movimento cooperativistico Raccogliendo anche quella esperienza politica e di lavoro ecco che il ruolo del fair trade non riguarderà più soltanto un aiuto fraterno agli sfruttati delle campagne del terzo mondo ma anche i prodotti del Mediterraneo e perfino italiani Non solo cioccolata regalo ma anche prodotti diversi biologici veri agenti di cambiamento L accenno al biologico è come un assist per Nino Papalia presidente Icea Parla del ruolo forte e sconosciuto del produttore biologico nell agricoltura pugliese E poi la domanda cruciale Vogliamo salvaguardare il territorio o no E un problema che misura le distanze culturali non solo fisiche che esistono nella società che si ritiene informata Le terre fertili del Canada potrebbero bastare con il raccolto di un anno per i consumi mondiali di due anni Papalia forse esagera ma l assunto è chiarissimo O ci concentriamo nei luoghi più fertili e abbandoniamo il resto del mondo o facciamo un altra scelta Cosa diventerebbe il nostro territorio e il senso di comunità del nostro territorio senza l agricoltura Il biologico è una soluzione inteso come una produzione senza veleni ma non solo Esiste una federazione mondiale dell agricoltura biologica cui partecipano 108 paesi che recentemente ha indicato in un testo le buone ragioni del biologico Sono la salute connessa a cibo buono e di alta qualità l ambiente difeso e conservato solo dall agricoltura non inquinante la giustizia sociale che consente alle

    Original URL path: http://www.acquadolce.org/spip.php?article54 (2016-02-10)
    Open archived version from archive

  • Le novità del biologico equo e solidale - "Acquadolce"
    Link utili Nella stessa rubrica Le università popolari del doposviluppo Agricoltura biologica l Altra economia italiana BENVENUTI NEL REGNO DELLA NESTLE Coca Cola condannata in India In una tazza di tè IO EQUO Le novità del biologico equo e solidale Le pressioni delle organizzazioni Italiane del Commercio Equo e Solidale aprono una breccia nel Parlamento europeo Poste Italiane i bond ecologici STOP ALLE SEMINE OGM Home Campagne consumo critico Le novità del biologico equo e solidale Le novità del biologico equo e solidale 5 settembre 2006 Le novità del biologico equo e solidale Alimentari e abbigliamento per bambini realizzato con cotone biologico nativo del Perù e cosmesi naturale Si presenta con queste novità del biologico equo e solidale Ctm Altromercato la principale organizzazione di fair trade operante in Italia che partecipa con due stand anche quest anno a SANA il Salone Internazionale del Naturale che si svolge a Bologna dal 6 al 10 settembre SANA 2006 sarà inoltre l occasione per presentare ufficialmente CTM Agrofair la nuova società specializzata nella distribuzione di ortofrutta sul mercato italiano creata da Altromercato in joint venture con Agrofair Europe il maggior importatore europeo di frutta fresca fair trade La nuova società propone un assortimento

    Original URL path: http://www.acquadolce.org/spip.php?article55 (2016-02-10)
    Open archived version from archive

  • In una tazza di tè - "Acquadolce"
    Italiane del Commercio Equo e Solidale aprono una breccia nel Parlamento europeo Poste Italiane i bond ecologici STOP ALLE SEMINE OGM Home Campagne consumo critico In una tazza di tè In una tazza di tè 12 luglio 2008 La bustina è in controtendenza Mentre siamo testimoni della recente impennata dei prezzi delle derrate agricole e dei prodotti alimentari sul mercato mondiale e delle conseguenze pesanti sui piccoli produttori così come sui cittadini delle classi impoverite si scopre che in termini reali i prezzi del mercato mondiale del tè sono ancora molto inferiori a quelli del 1980 SOMO uno dei principali centri di ricerca e analisi sulle multinazionali nel suo ultimo rapporto Sustainability issues in the tea sector ha mostrato come prezzi bassi di acquisto ed alti costi di produzione stiano scaricando il rischio d impresa sulle raccoglitrici di tè di tutto il mondo e come di conseguenza siano sotto pressione le condizioni di lavoro di intere comunità La nuova relazione di SOMO analizza le condizioni di lavoro nei sei più importanti paesi produttori di tè India Sri Lanka Vietnam Indonesia Kenya e Malawi I lavoratori di questi paesi rappresentano la maggioranza della forza lavoro coinvolta inserita in un contesto di bassa sicurezza scarsi salari discriminazione etnica A questo si va ad aggiungere la carenza di acqua potabile e cibo oltre che di un alloggio dignitoso Difficile migliorare le loro condizioni di lavoro per la debolezza dei sindacati indipendenti spesso discriminati o perché le forme organizzate di rappresentanza dei lavoratori rimangono molto minoritarie o ancora perché molti lavoratori del settore sono prrecari e temporanei soprattutto le donne Come per altre filiere il commercio e la distribuzione del tè sono dominati da poche aziende internazionali che riescono a controllare i settori a maggior valore aggiunto oltre che il prezzo al dettaglio tenuto

    Original URL path: http://www.acquadolce.org/spip.php?article112 (2016-02-10)
    Open archived version from archive

  • BENVENUTI NEL REGNO DELLA NESTLE' - "Acquadolce"
    la distribuzione di volantini negli ospedali implica inoltre la complicità del personale sanitario Pubblicità latte per il proseguimento Il latte per il proseguimento è giudicato dall Assemblea Mondiale per la Sanità come non necessario e non salutare per i bambini sotto i 6 mesi In molti paesi Nestlé e le altre compagnie consigliano sull etichetta e nelle loro pubblicità il latte per il proseguimento per i bambini a partire da 4 mesi Disorientamento delle madri e del personale medico Chiamando e confezionando il suo latte per il proseguimento nella stessa maniera in cui chiama e confeziona il latte in polvere In Pakistan ad esempio il latte per il proseguimento viene spesso erroneamente prescritto per i neonati Influenze sui governi che vogliono proteggere l allattamento al seno per legge 3 Vendita all incanto Le multinazionali sono molto potenti e riescono ad esercitare un influenza considerevole sui governi La pressione esercitata dalle società per il latte in polvere ha ritardato e indebolito la legislazione da parte di molti governi e ha convinto le altre compagnie che l industria può regolarsi indipendentemente dalla legislazione dei governi Molte compagnie produttrici di latte in polvere tra cui Nestlé Gerber Milco Nutricia Milupa Humana Abbot Plasmon Mellin Mead Johnson e Wyeth violano il Codice Internazionale Il numero di infrazioni registrato per ogni compagnia non dipende dalla loro particolare cattiveria ma dalle quote di mercato che controllano in ogni paese Nestlé la multinazionale più potente del mondo nel campo agro alimentare vende il 25 dei suoi prodotti nel Sud del Mondo e controlla circa il 35 50 del mercato globale del cibo per bambini indirizzando tendenze di marketing che influenzano le altre ditte Nestlé ricorre a irresponsabili tecniche di marketing violando il Codice Internazionale redatto da UNICEF e OMS più spesso di ogni suo concorrente 4 Sostiene l UNICEF Al Nord molti pensano che il latte in polvere sia migliore di quello materno arricchito com è di sali minerali e vitamine Studi approfonditi hanno però confermato l intuito del buon senso millenario L allattamento al seno è il miglior modo per iniziare la vita è gratuito salutare e protegge dalle più comuni infezioni inclusa polmonite infezioni alle orecchie e gastroenterite e ha un importante effetto immunitario Persino in Inghilterra un bambino allattato con il latte artificiale è esposto 10 volte in più a malattie di tipo gastrointestinali rispetto ad un bambino allattato al seno Ma nelle società povere sostiene l UNICEF i bambini allattati artificialmente sono 25 volte più esposti alla morte di quelli allattati al seno Per quanto possa sembrare paradossale la prima ragione è da ricercarsi nella denutrizione dovuta al fatto che molte famiglie guadagnano troppo poco per attenersi alle dosi prescritte Ad esempio le famiglie delle regioni agricole dei paesi dell Est Europeo quando le madri non allattano spendono circa il 70 dei loro averi nel latte artificiale International Child Health 1996 così come una donna argentina che spende 50 dollari al mese per comprare il latte in polvere potrebbe acquistare con gli stessi

    Original URL path: http://www.acquadolce.org/spip.php?article123 (2016-02-10)
    Open archived version from archive

  • Coca Cola condannata in India - "Acquadolce"
    dello stato indiano presieduta da un autorevole magistrato e composta da esperti indipendenti che ieri hanno illustrato il loro rapporto La notizia è stata ripresa ieri con un certo scalpore dai maggiori media internazionali anche perché il governo del Kerala ha accettato e fatto proprie le conclusioni dell inchiesta compresa la richiesta di risarcimenti Per la verità quella di Plachimada località rurale nel distretto di Palakkad nello stato del Kerala è una vecchia storia Qui la Coca Cola aveva aperto nel 2000 uno stabilimento per imbottigliare le sue bibite gassate con licenza del locala panchayat il consiglio elettivo di villaggio Poi però è risultato che pompava 1 5 milioni di litri al giorno da sei pozzi In breve Plachimada e i villaggi circostanti sono rimasti all asciutto i pozzi pubblici di acqua potabile erano prosciugati l acqua per l agricoltura scomparsa Nel 2003 dunque il panchayat non ha rinnovato la licenza La Coca Cola ha fatto ricorso E cominciata così una battaglia popolare finita in un lungo assedio di massa allo stabilimento Alla fine del 2003 una sentenza della High Court l Alta corte statale del Kerala ha dato ragione al panchayat di Plachimada diceva che lo stato ha il dovere legale di protegge le risorse naturali Queste risorse intese per l uso e il beneficio pubblico non possono essere convertite in proprietà privata Nel febbraio del 2004 il governo del Kerala ha dunque chiuso lo stabilimento La storia non è finita però perché la multinazionale delle bibite e l ente locale di Plachimata hanno continuato a combattersi in corsi e ricorsi legali Ecco che ora arrivano le conclusioni dell inchiesta voluta dallo stato del Kerala La commissione di esperti legali ambientali esperti in salute pubblica e in gestione idrica ha disegnato un pesante quadro di danni multi settoriali La

    Original URL path: http://www.acquadolce.org/spip.php?article153 (2016-02-10)
    Open archived version from archive

  • Le università popolari del doposviluppo - "Acquadolce"
    locale Questo implica due aspetti inventare la democrazia ecologica locale cioè organizzare la città in entità spaziali nelle quali le persone si sentono legate da un sentimento di appartenenza un villaggio una città una provincia una regione e ritrovare l autonomia economica locale le otto R che non significa certo autarchia Quando si parla di localismo scatta sempre il timore che il locale sia un luogo chiuso arretrato che favorisce una forma di idealismo dell identità Ma con internet e la tv viviamo in un villaggio globale l identità come era intesa un tempo non esiste più Oggi abbiamo perfino la possibilità di scegliere l identità io ad esempio sono bretone ma al tempo stesso francese italiano d adozione un po africano cittadino del mondo I bretoni per altro sono probabilmente celtici ma la mia cultura è più latina mediterranea Abbiamo tutti delle identità plurali e mai definitive Per questo bisogna pensare alla sostituzione del sogno universalistico con un pluriversalismo come lo chiama il filosofo indiano Raimon Pannikkar necessariamente relativo Nella prospettiva del pluriversalismo la realizzazione di iniziative locali democratiche è un ipotesi più realistica di quella di una democrazia mondiale Se è escluso che non si possa rovesciare frontalmente la dominazione del capitale delle potenze economiche resta infatti la possibilità di scegliere la dissidenza È ad esempio la strategia adottata dagli zapatisti e dal subcomandante Marcos la riconquista o la reinvenzione dei commons e l autorganizzazione della bioregione del Chiapas secondo l analisi di Gustavo Esteva rappresentano un possibile esempio di strategia locale dissidente Anche in molte città europee si assiste al fiorire di una miriade di reti e organizzazioni dissidenti a cominciare dalle associazioni senza scopo di luco o almeno non esclusivamente a scopo di lucro imprese cooperative in autogestione comunità neorurali Lets Local exchange trading system Sel Système d éxchange local banche del tempo Gruppi di acquisto solidale Gas comitati di quartiere banche etiche movimenti per il commercio equo e solidale Si tratta di università popolari che mirano a questo obiettivo armarsi per resistere e decolonizzare l immaginario Fanno parte di quella che il filosofo e pedagogista statunitense John Dewey definisce democrazia creativa Insomma la situazione attuale nonostante tutto può essere l occasione per la fioritura di tante iniziative decrescenti e solidali come quelle della città di Roma segnalate in questa guida Gas sistemi di scambio locali organizzazioni che favoriscono il riciclo e l autoproduzione associazioni culturali ecc Istituzionalizzare invece i programmi di decrescita attraverso l esistenza di un partito politico come suggeriscono alcuni rischierebbe di farci cadere nella trappola della politica politicante quella che comporta l abbandono da parte degli attori politici della realtà sociale e la chiusura nel gioco politico La decrescita è invece un progetto politico nel senso forte del termine quello della costruzione nel Nord come nel Sud del mondo di società conviviali autonome e sobrie Ma il lavoro di auto trasformazione in profondità della società e dei cittadini a noi sembra più importante delle scadenze elettorali Del resto nel migliore dei casi

    Original URL path: http://www.acquadolce.org/spip.php?article166 (2016-02-10)
    Open archived version from archive

  • Una manovra disperata, iniqua e senza futuro - "Acquadolce"
    Le università popolari del doposviluppo Agricoltura biologica l Altra economia italiana BENVENUTI NEL REGNO DELLA NESTLE Coca Cola condannata in India In una tazza di tè IO EQUO Le novità del biologico equo e solidale Le pressioni delle organizzazioni Italiane del Commercio Equo e Solidale aprono una breccia nel Parlamento europeo Poste Italiane i bond ecologici STOP ALLE SEMINE OGM Home Campagne consumo critico Una manovra disperata iniqua e senza futuro Sbilaciamoci lancia la Contromanovra Una manovra disperata iniqua e senza futuro 2 settembre 2011 Una manovra disperata iniqua e senza futuro questo il giudizio della campagna Sbilanciamoci sulla manovra del governo varata lo scorso 14 agosto E una manovra che non rilancia l economia non aggredisce strutturalmente il problema del debito non colpisce i privilegi mentre si accanisce ulteriormente contro i lavoratori i pensionati i cittadini Il taglio di quasi 10 miliardi di euro ai trasferimenti verso gli enti locali comporterà la chiusura di molti servizi sociali e l aumento dei tributi locali Al provvedimento del governo Sbilanciamoci contrappone una sua contromanovra da 60 miliardi 30 da destinare alla riduzione del debito e 30 al rilancio dell economia alla difesa dei redditi al welfare alla protezione dei più deboli

    Original URL path: http://www.acquadolce.org/spip.php?article224 (2016-02-10)
    Open archived version from archive



  •