archive-org.com » ORG » A » AICAM.ORG

Total: 493

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • AICAM: Corso Francia oppure Italia
    targhetta da Corso Francia a Corso Italia Arrivata la Repubblica Sociale Italiana tuttavia al momento di decidere per il cambiamento radicale della targhetta inserendo i fascetti repubblicani a qualcuno evidentemente dev essere venuto il dubbio con il brusco cambiamento della situazione adesso la Francia è nemica amica o neutrale Conclusione caso unico nella storia delle affrancature meccaniche nella targhetta compare solo Corso e il numero civico È lasciata alle convinzioni

    Original URL path: http://www.aicam.org/app141.html (2016-04-26)
    Open archived version from archive


  • AICAM: Lanieri fascisti
    leggi della dispersione naturale del materiale nel corso degli anni quando non ci sono stati artificiosi accumuli da parte di commercianti o di collezionisti cosa frequente nella filatelia convenzionale con francobolli ed annulli sono tuttora sconosciute Mostriamo un caso emblematico l A M della Associazione Fascista dell Industria Laniera Italiana ricercata dai molti collezionisti del tema Tessili o del solo comparto Lanifici che è il più popolare È stata certamente

    Original URL path: http://www.aicam.org/app140.html (2016-04-26)
    Open archived version from archive

  • AICAM: Spaghetti e ravioli
    più popolare In effetti un dettaglio che ha sempre affascinato gli stranieri che si sono avvicinati alla cucina italiana è la tecnica di arrotolamento di una forchettata di spaghetti perché non siano né troppi né troppo pochi È un po come la tecnica dei cinesi per mangiare il riso con i bastoncini I due Autori ci segnalano di aver fatto una scoperta sensazionale Se non proprio sensazionale è sicuramente curiosa

    Original URL path: http://www.aicam.org/app139.html (2016-04-26)
    Open archived version from archive

  • AICAM: Impronte dei comuni olandesi
    qualsiasi osservatore Lo stemma può anche essere gradevole dal punto di vista estetico ma nessuno proprio nessuno può riuscire a capire il significato o il messaggio storico se pure ne ha uno Aggiungiamo che spesso sono anche stampigliati male e la scarsa inchiostrazione unitamente alle dimensioni estremamente minute contribuiscono a rendere impossibile qualsiasi interpretazione Ciliegina sulla torta l affrancatura meccanica in un buon 90 dei casi si trova su una busta dove lo stesso stemma è riprodotto a stampa con chiarezza di dettagli qualche volta addirittura a colori Ne risulta che le molte centinaia di migliaia di affrancature meccaniche che i Comuni disseminano quotidianamente servono solo a comprovare che è stato assolto l obbligo di dare a Cesare quello che è di Cesare cioè di pagare la tariffa postale ma non svolgono la benché minima funzione promozionale che sarebbe completamente gratuita La tassa sulla pubblicità è stata ormai abolita da anni e gli utenti hanno la più completa libertà di utilizzare la loro targhetta per trasmettere un messaggio pubblicitario propagandistico o promozionale senza alcun costo aggiuntivo Valendoci dei risultati di una ricerca di Manlio De Min nostro Segretario mostriamo quanto viene fatto da numerosi Comuni olandesi Anziché inserire il semplice stemma comunale da loro lo fa solo una minoranza mostrano monumenti storici o panorami e o presentano le attrattive turistiche gastronomiche ecc locali Addirittura come nei casi qui raffigurati mostrano una piantina schematizzata al massimo che indica la loro ubicazione o su una strada di grande comunicazione o equidistante da importanti centri industriali o commerciali o in prossimità di un aeroporto È un idea come un altra che serve a valorizzare una potenzialità del Comune al di là di tutte le altre attrattive che può offrire e che come già detto vengono opportunamente valorizzate da un gran numero di Comuni

    Original URL path: http://www.aicam.org/app138.html (2016-04-26)
    Open archived version from archive

  • AICAM: Impronte natalizie Motta
    Hasler F80 n 11668 A quell epoca il suo budget pubblicitario era imponente ma il fatto che abbia insistito con le rosse per quasi un decennio conferma che il rapporto costo risultati era nettamente favorevole Le targhette venivano opportunamente alternate a seconda della stagionalità del prodotto Tutte le targhette avevano una strutturazione di base alquante semplice ma incisiva e sfruttavano in pieno le eccezionali dimensioni dell impronta consentite da quel modello di macchina e dalla analoga F66 nonché dalla regolamentazione postale dell epoca Il logo della Motta era sulla sinistra al centro in grossa evidenza il nome del prodotto e il marchio MOTTA ripetuto con imponenza ma senza mai sommergere il resto del testo sotto uno slogan telegrafico ed efficace Siamo riusciti ad individuare dieci impronte differenti Non sono rare nel senso vero e proprio del termine tuttavia vi è una enorme differenziazione nella frequenza con la quale si trovano si va da 1 a 10 ed anche più Complessivamente sono state eseguite circa 300 000 affrancature ma l accertamento è assai difficile in quanto le cifre indicate nel numeratore centrale non sono sempre affidabili lo abbiamo rilevato su macchine analoghe anche in un altro caso che abbiamo avuto di

    Original URL path: http://www.aicam.org/app137.html (2016-04-26)
    Open archived version from archive

  • AICAM: Una straordinaria curiosità tra le TP Label
    nuovo tipo cioè di quelle che hanno cominciato a vedersi in giro dalla fine dell anno 2007 A fine luglio Matteo Merla ne aveva già inserite oltre 1000 varietà nella sua banca dati computerizzata che ha superato complessivamente quota 30 000 Ma la scoperta fatta da Sergio Vicardi è unica Si tratta di un esemplare dove nei due quadretti inferiori del data matrix si legge chiaramente anche se camuffata dal

    Original URL path: http://www.aicam.org/app136.html (2016-04-26)
    Open archived version from archive

  • AICAM: Fantasia TPL
    risolverebbero tutti i problemi di indicazione della località con relative abbreviazioni compattazioni deformazioni costrizioni del bilinguismo nonché quelli del doppio frazionario sempre più inspiegabile stando alle decine di soluzioni estemporanee che vediamo applicate e che fanno seriamente dubitare sulla sua effettiva utilità ed indispensabilità Ma visto che stiamo lavorando di fantasia e visto che le nostre non sono altro che idee che non impegnano nessuno supposto che qualcuno le voglia degnare di attenzione ci permettiamo di avanzare una proposta che riteniamo compatibile con il sistema informatico In Svizzera in Germania e altrove vediamo già da tempo applicato qualcosa del genere in sistemi postali basati sul data matrix anche in uso presso utilizzatori privati questo ci fa pensare che una soluzione del genere non sia del tutto utopistica Si tratterebbe di aggiungere la figurina di un monumento o di un edificio o di uno scorcio caratteristico della località corrispondente al CAP una stilizzazione da realizzare con pochi tratti magari anche limitata al centro più importante attorno al quale gravitano vari numeri di CAP e o di frazionario L organizzazione postale è già impostata secondo questi criteri si tratterebbe di stabilire a quale livello fermare l attenzione Abbiamo visto che nell ultima versione andata progressivamente in uso a partire dal dicembre dello scorso 2007 è stata abolita la dicitura MAAF UP che avrebbe dovuto significare Macchina Affrancatrice Ufficio Postale assolutamente inutile e che è stata pervicacemente usata per oltre cinque anni Questo fa pensare che ci possa essere una possibilità a qualche ulteriore apertura In pratica se la proposta della figurina magari con una sintetica dicitura ad hoc potesse venire presa in considerazione ne verrebbero delle etichette che si avvicinano al francobollo la cui efficacia dal punto di vista del richiamo visivo non è mai stata smentita Così come non è mai

    Original URL path: http://www.aicam.org/app135.html (2016-04-26)
    Open archived version from archive

  • AICAM: I curiosi slogan
    potrebbe riguardare gli slogan curiosi originali e divertenti Questa impronta vi troverebbe sicuramente posto È di un fabbricante di materassi che per evidenziare l importanza del suo prodotto si limita a ricordare che secondo l aurea regola otto ore di lavoro otto ore di riposo otto ore di sonno un terzo della nostra vita lo passiamo a letto Un ottima ragione quindi per metterci in condizioni di trarre il massimo

    Original URL path: http://www.aicam.org/app134.html (2016-04-26)
    Open archived version from archive



  •