archive-org.com » ORG » L » LEONESSA.ORG

Total: 554

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Le maschere del Carnevale
    nel Centro Polivalente di Leonessa Tante maschere tanta allegria per grandi e piccini E la vincitrice del concorso la Maschera piu bella non poteva che essere la mitica Dantina assolutamente trascinante nel suo vestito da sposa E se pensate che

    Original URL path: http://www.leonessa.org/2005/carnevale/lemaschere.htm (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Il Presepe di San Francesco
    un Cristo San Francesco e San Bernardino da Siena datati intorno al 1496 nella Cappella del Crocefisso un crocefisso ligneo di arte umbra 1500 nella Sagrestia un grande affresco 1574 raffigurante la crocifissione di Gesù con ai lati San Francesco e Santa Chiara Di grande suggestione è la Cappella del Presepe ove si ammira il famoso presepe in terracotta policroma eseguita nel 1501 1502 da figuli abruzzesi ma forse anche con l intervento di Paolo da Monreale E un opera unica al mondo che per il suo fascino e la emotività che suscita deve essere vissuta con una grande partecipazione per assimilare tutta la sua essenza artistica e religiosa e per assimilare il suo messaggio di alto valore religioso Nella Chiesa Inferiore corpo separato da quella superiore si accede scendendo dall angolo della Piazzetta di Santa Croce La discesa ci porta in una serie di ambienti sei di cui cinque utilizzati fino a 50 anni fa da fabbri calderai che li avevano impregnati di nero fumo L ambiente più interessante è il sesto che doveva essere originariamente un oratorio della Confraternita di Santa Croce dove è possibile ammirare la Madonna dell Olivo e figure raffiguranti persone interamente vestite di bianco con in mano il flagello Forse sono i membri della comunità dei Bianchi ma anche componenti della Confraternita laicale di S Croce ancor oggi esistenti che da secoli si riunisce e ha sede presso la Chiesa di San Francesco Si rimane estasiati di fronte alla configurazione del Paradiso eseguita da mano eccellente sicuramente giottesca che doveva imprimere nei confratelli che uscivano dopo le riunioni di preghiera e di riflessione un messaggio da trasmettere al mondo Nel particolare del grande affresco del Paradiso in antitesi alle immagini crude dell Inferno affrescate sulla parete opposta si possono notare diversi personaggi forse Santa

    Original URL path: http://www.leonessa.org/2004/presepe/articolo.htm (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • la Cronaca del Natale Leonessano 2004
    pungente nel magazzino pieno di gente allegra che lavorava per le provviste di un anno intero Lavoro lungo e faticoso senza perdere tempo per non compromettere la bontà del risultato affidato alla maestria del norcino che ogni famiglia aveva Prosciutti spalletti salsicce salami lonze lardo coppa sanguinacci la padellaccia e tutti intorno alla tavola festa vera Ed il nostro 2005 è iniziato proprio così tornando come spesso accade a Leonessa

    Original URL path: http://www.leonessa.org/2004/natale04/copertina.htm (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Centro di Documentazione Ambietale Fontenova
    e per la tecnica libera pattinato La pista è completamente segnalata e immersa in una faggeta a sottolineare il fascino e le meraviglie del bosco Per ospitare gare nazionali la pista è omologata per 2500 m Il Centro Fondo Fontenova offre Lezioni di sci di fondo individuali e collettive con maestri F I S I Noleggio sci e racchette da neve Escursioni con racchette da neve con guide Aigae Sciolinature

    Original URL path: http://www.leonessa.org/2005/fontenova/fontenova.htm (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • In onore delle vittime della strage di Leonessa
    me lo sintìa quarcunu bussa jò la porta mia fijoma ancora piagne core mia avoja a piagne senza papà tia Mojoma tutta sporca de farina me se reguarda senza fa na mossa mo chi sarà cuscì de bon matina Martì je dico véssa è Rusina Mò revengo Martì tu fa lo pà Mò revengo Martì non t appaurà Mò revengo non je so fattu cosa Mò revengo damme un bacittu

    Original URL path: http://www.leonessa.org/2004/morevengo/lamemoria.html (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Generazione di Fenomeni...
    povero cronista dilettante oramai non sa più a chi dare i resti tanti e tali gli avvenimenti degni di nota che si accavallano senza soluzione di continuità E tempo oramai della XV Edizione della Sagra della Patata Leonessana si completa finalmente la cronaca fotografica dei festeggiamenti in onore di San Giuseppe e si affacciano alla ribalta era ora le suggestive immagini della Rassegna Nazionale delle Regioni a Cavallo E allora

    Original URL path: http://www.leonessa.org/2004/estate/estate2004.htm (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Gli Auguri del Sindaco di Leonessa
    i risultati lusinghieri fin qui raggiunti Questa è la nostra sfida Nulla però sarebbe possibile senza il fondamentale aiuto di quelle persone che da anni e spero ancora per molto sono il vero e proprio motore di questa nostra bella città Dipendenti comunali maestranze dei lavori socialmente utili l Associazione Turistica Pro Loco di Leonessa i fantastici volontari credo di non sbagliare nell affermare che gran parte del merito di

    Original URL path: http://www.leonessa.org/leomemoa.htm (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • I Castelli del Sesto di Croce
    insiste un colle più piccolo situato alle spalle di Vallimpuni e davanti alla più alta Cumulata si può vedere che anche su questo colle sono presenti segni evidenti di spianamenti La cosa ancora più curiosa è che il colle si chiama Castello e che anche oggi in cima a questo evidenti fondamenta testimoniano l antica presenza di un Castello Le poche mura rimaste sono spesse più di un metro ed hanno una lunghezza di 120 metri ed una larghezza di 40 metri Si può ben dire allora che i Castelli di Sesto Croce sono due e che probabilmente già abbandonati e diruti vennero definitivamente distrutti dal disastroso e noto terremoto del 1703 Scrive infatti G A Petroni in un documento originale presente nell archivio parrocchiale di Vallunga restarono morti nel distretto di Leonessa 800 persone numero grande di animali l il castello di Terzone S Angelo vicino Casanova Pianezza Collesecco e Vallimpuni spianati affatto e l altre ville parte diroccate e parte con le case mezze rotte Dalle rovine di detti Castelli furono prelevati i sassi per la ricostruzione delle case di Colleverde Vallimpuni e Cumulata Gli stessi sassi furono anche usati per produrre la calce e tantissime sono le testimonianze delle cargare tutte intorno ai boschi di questi due piccoli monti Ho rilevato inoltre che le misure dei muri perimetrali presenti sopra il Castello enormi per l epoca e per il tipo di abitazioni contadine presenti nel territorio non fanno altro che rafforzare insieme al nome del colle e lo scritto del Petroni l idea che lì esisteva un Castello Curiosando un po di più ho voluto ricercare documentazione storica ad un fatto così evidente ed ancora attuale e ho osservato che da precedenti scritti il Castello di Belfiore viene erroneamente posizionato in un luogo assurdo Scrivono infatti davanti

    Original URL path: http://www.leonessa.org/storie/i_castelli_del_sesto_di_croce.htm (2016-02-14)
    Open archived version from archive



  •